Il linfodrenaggio corrisponde ad un insieme di tecniche manuali che permettono il drenaggio della linfa all'interno dei vasi linfatici.

Ideato dal dott. Emil Vodder, negli anni ’30 viene codificata secondo sequenze precise per ogni singola parte del corpo.

Determinate cautele devono essere adottate a causa di alcune controindicazioni assolute e relative del linfodrenaggio. Fra le prime vi sono i tumori maligni, le infiammazioni acute, la trombosi venosa profonda e lo scompenso cardiaco, mentre le seconde includono le infiammazioni croniche, i tumori trattati, i disturbi tiroidei, l'asma bronchiale, lesioni precancerose cutanee, ipotonia e distonia vegetativa.

Linfodrenaggio con la tecnica di Vodder

massaggio linfodrenante

Il linfodrenaggio con metodo Vodder viene effettuato senza uso di oli o creme e presenta una profondità di manovra minima, limitata alla sola pelle poichè il sistema linfatico su cui agisce è appunto superficiale. Il massaggio è ritmico e dolce, analgesico e antistress poiché interviene anche sul sistema nervoso/vegetativo.

La tecnica di Vodder è caratterizzata da alcuni gesti particolari:

  • • movimenti a cerchi fermi (eseguiti appoggiando le dita piatte sulla cute del soggetto ed iniziando a spingere disegnando cerchi fermi sulla medesima zona oppure allargandosi a spirale);
  • • movimenti a pompaggio (il cosiddetto "tocco a pompa", in cui il palmo delle mani è rivolto verso il basso e le dita si muovono facendo compiere alla cute spostamenti in senso ovale, senza l'uso dei polpastrelli);
  • • movimenti erogatori (eseguiti con rotazione del polso a forma di spirale);
  • • movimenti rotatori (eseguiti alzando e abbassando il polso, appoggiando la mano sulla cute e ruotando per disegnare una spirale; questi movimenti vengono eseguiti durante la fase pressoria).

Tali movimenti favoriscono lo scorrimento della circolazione linfatica riducendo il problema della ritenzione idrica. Diretta conseguenza è la riduzione di gonfiori e l’eliminazione delle tossine in eccesso, per cui le gambe tornano ad essere leggere e prive di pesantezza. Ideale nel post intervento chirurgico e nel post parto, è importante osservare tre principi basilari durante il suo svolgimento:

  • il trattamento deve iniziare dalla zona prossimale, affinché essa venga svuotata prima di quella distale per permettere che i liquidi di quest'ultima trovino posto nel momento in cui fluiranno;
  • dopo il trattamento, la cute trattata non deve presentare arrossamenti di alcun genere;
  • non deve essere causato alcun dolore.

Il linfodrenaggio di Vodder è consigliato anche dal secondo trimestre di gravidanza e serve ad alleviare tutti i disturbi che questa comporta (aumento ritenzione idrica alle gambe, gonfiore alle caviglie, gonfiore a mani e piedi ecc)

Indicazioni per le singole regioni corporee

massaggi relax

Il linfodreaggio è consigliato per le seguenti regioni corporee:

  • Viso: teleangectasie e/o couperose, acne, edemi periorbitali, interventi di chirurgia plastica e maxillofacciale, trattamento del cavo orale, sinusiti, ustioni, allergie
  • Regione del collo: acne, malattie da raffreddamento, postumi di parotite, tonsilliti recidivanti, trattamenti odontoiatrici
  • Regione toracica: terapia fisica post-mastectomia, tensione mammaria nel periodo pre-mestruale, in gravidanza, durante l'allattamento, mastopatia fibrocistica, traumi, dolori da herpes zoster (non in fase acuta), dopo diete drastiche, dopo interventi chirurgici
  • Regione addominale: stipsi, sindrome del colon irritabile, sindrome da tensione pre-mestruale, cellulite edematosa, post-interventi di chirurgia plastica
  • Arti superiori: edema, parestesia, rigidità articolare, traumi, affezioni dermatologiche, sindrome del tunnel carpale
  • Arti inferiori: cellulite, edema allergico, edema per gravidanza, fragilità capillare, lipoaspirazione, assunzione di pillola contraccettiva, sub-edema premestruale, trattamenti ormonali, trattamenti post-operatori, vene varicose,  dopo terapia sclerosante
  • Regione cervicale e dorsale: cervicobrachialgie, contratture muscolotensive sacrale e glutea: lombalgia, pre-post trattamento di mesoterapia, dopo  intervento di lipoaspirazione
  • Regione lombo sacrale e glutea: lombalgia, pre-post trattamento di mesoterapia, dopo intervento di lipoaspirazione

Prezzo e Promozioni attive

Share by: